Treviso-Belluno batte Padova primo successo del Comitato Tre.Uno

La rappresentativa trevigiano-bellunese batte in finale quella padovana 2-1: è il primo successo nella manifestazione da quando è nato il Comitato Tre.Uno. Ottimo 3° posto per Venezia, seguita nell’ordine da Vicenza, Verona e Rovigo
Trofeo delle Province Under 14 maschile
FINALE 1°-2° POSTO: Treviso-Belluno – Padova 2-1 (25-19, 20-25, 15-9)
Treviso-Belluno: Guimares, Milanese, Scaglia, Serena, Bristot 2, Galliani 1, Pavei 4, Gashi, Tuis 8, Boninfante 13, Delesto 12, Cunial 15. All. Del Faggio
Padova: Bortolatto 3, Casotto 1, Geron 5, Lazzaron 4, Lollo 4, Martinelli, Mazzocca, Mazzucato, Sartore 9, Veronese, Vigato 10, Zanchi. All. Da Pozzo
Arbitri:  Gardellin di Venezia e Volpato di Vicenza.
Note. Durata set: 25’, 25’, 15’.Tot.  1h e 5’. adova: battute sbagliate 3, battute vincenti 8, muri 7,errori 6. punto. Treviso-Belluno : b.s. 9, b.v. 11, m. 3, e.p. 18.
STARTING SIX
Padova
: Bortolatto, Geron, Lazzaron, Sartore, Veronese, Vigato
Treviso-Belluno: Galliani, Pavei, Tuis, Boninfante,  Delesto, Cunial
Il Trofeo delle Provincie Under 14 maschile va al Comitato di Treviso-Belluno che in una splendida finale batte Padova per 2-1, succedendo proprio ai padovani nell’albo d’oro di questa manifestazione e interrompendo un’egemonia patavina che durava da due edizioni (2016 e 2017). Una partita bella, intensa, anche sotto il profilo agonistico che ha entusiasmato il pubblico che ha gremito in ogni ordine di posto il Palasport di Riese Pio X che con Bessica e Loria ha ospitato la 13^ edizione del Tdp U14. Alla fine l’ha spuntata la rappresentativa del Comitato di Treviso-Belluno che fa valere le proprie maggiori individualità e la capacità di piazzare in avvio di 3° set il break che di fatto ha deciso la partita. Padova ci ha provato giocando quasi alla pari per tutta la sfida, cosa non così scontata dopo la scoppola rimediata nel girone iniziale, ma alla fine si è dovuta inchinare a una cifra tecnica in questo momento superiore.
La cronaca. Treviso-Belluno parte forte grazie al proprio muro (3-1), Padova si affida a Sartore e torna subito in partita (3-3).  Il primo break vero arriva sul servizio di Cunial (9-3) interrotto solo dalla regola delle cinque battute consecutive.  Ma è ancora la battuta a scavare un solco profondo tra le due squadre (12-4). A metà parziale sale in cattedra anche Boninfante e per la squadra padovana è notte fonda (14-4). La reazione della squadra di Da Pozzo però è rabbiosa grazie soprattutto agli errori avversari e al proprio muro (16-12). Treviso-Belluno sente il fiato sul collo (19-17), grazie a un doppio ace di Lazzaron. Il set è riaperto ma ci pensano Boninfante e un paio di ingenuità padovane a portare il conto sul 22-17. Padova non molla (23-19), ma è un ace di Tuis a chiudere il set sul 25-19 per i trevigiani.
Il successo di parziale lancia ulteriormente Treviso-Belluno che parte con il piede sull’acceleratore in avvio di 2° set (4-0). Padova reagisce prontamente con Lollo (7-7), mentre è Vigato a mettere a segno il sorpasso (7-8). E’ il momento più bello della partita con grandi giocate da una parte e dall’altra: si gioca punto a punto (12-12) dopodichè è Padova a mettere la freccia portandosi, grazie al muro, sul 13-18. La regola delle cinque battute consecutive dà un po’ respiro a Treviso-Belluno ma Padova resta avanti (15-21), ma il turno in battuta di Boninfante è devastante e il set si riapre all’improvviso (19-21).  In un finale di set infuocato a decidere è un doppio ace di Lazzaron che manda la finale al tie-break (20-25).L’avvio di 3° set è equilibrato (2-2), ma ci pensa poi il servizio di Cunial a piazzare il break decisivo (7-2), con Padova in grossa difficoltà in ricezione. I padovani si destano (7-5 e poi 9-7), grazie  a due errori di fila di Boninfante in attacco.  Decisivo a questo punto sarà l’ingresso in campo di Bristot per Treviso-Belluno: due ace di fila del neoentrato mandano sul 12-7 la sua squadra del Comitato trevigiano-bellunese. E’ l’allungo decisivo: Cunial chiude da posto quattro (15-9) e Treviso-Belluno è campione!

Le dichiarazioni dei tecnici. Matteo da Pozzo (allenatore Padova): “I miei ragazzi hanno dato tutto quello che potevano. Treviso-Belluno è una corazzata, sono più forti di noi sia tecnicamente che fisicamente. Però ci abbiamo provato, togliendogli alcune sicurezze, difendendo e battendo molto bene. Siamo rimasti in partita fino alla fine. E’ stata una bella finale“.

Alessandro Del Faggio (Treviso-Belluno): “Mi aspettavo una partita di questo tipo, così equilibrata. Padova è una squadra che ha molto carattere e oggi lo ha dimostrato, devo fare i complimenti ai nostri avversari. Le nostre individualità sono uscite grazie anche ad alcuni cambi che, specie nel terzo set, sono stati decisivi. Mi è piaciuto lo spirito di squadra di questi due giorni e il sacrificio di tutti. Sono felice soprattutto per questo“.
FINALE 3°-4° POSTO: Vicenza – Venezia 0-2 (19-25, 20-25)

FINALE 5°-6° POSTO: Verona – Rovigo 2-0 (25-18, 25-13)

CLASSIFICA FINALE:

1^ Treviso-Belluno
2^ Padova
3^ Venezia
4^ Vicenza
5^ Verona
6^ RovigoAlbo d’oro – Trofeo delle Province U14 maschile: 2006 Vicenza, 2007 Padova, 2008 Treviso, 2009 Padova, 2010 Padova, 2011 Treviso, 2012 Padova, 2013 Venezia, 2014 Verona, 2015 Vicenza, 2016 Padova, 2017 Padova, Treviso-Belluno 2018
Classifica vittorie: Padova 6, Vicenza e Treviso 2, Verona e Venezia 1, Treviso-Belluno 1