Campionato Italiano U21: Ottaviani-Menganziol e Fabbri-Podestà vincono la tappa jesolana

La coppia rivelazione della seconda tappa del Campionato Italiano U21 ospitata a Jesolo è senz’ombra di dubbio quella formata da Pietro Palmisano e Marco Viscovich che nonostante la giovane età (classe 2001, categoria U19) hanno fatto soffrire tutti i più quotati avversari. I ragazzi del JBA Pro Team si inchinano solo in semifinale al tie break contro Fabbri-Podestà.

Nella prima frazione di gioco i ragazzi JBA riescono ad imporsi 21-16, ma l’esperienza degli avversari fa la differenza, nel finale di secondo set Viscovich-Palmisano sprecano troppo non riuscendo a chiudere il match, Fabbri-Podestà ne approfittano per imporsi 26-24. Il tie break si gioca punto a punto ma nonostante qualche problema fisico Fabbri-Podestà riescono ad imposi 15-12 accedendo alla finalissima.

Nell’altra semifinale Mengo-Mengo dopo un primo set giocato alla pari cedono a Marchetto-Di Silvestre, atleti del Club Italia di Beach Volley, col punteggio di 22-20. Nel secondo parziale la coppia del Club Italia, allenata da Daniele Benotto, cambia decisamente marcia travolgendo i gemelli Mengo con un secco 21-13.

Nel tabellone femminile troviamo un’altra coppia del Pro Team JBA, Chiappetta-Porporati che cedono in semifinale a Rottoli-Boldini per 2-1. Dopo aver dominato il primo set 21-18, la giovane coppia JBA non riesce a tener testa alle ragazze della Open Beach che si impongono nei parziali successivi rispettivamente 21-14 e 15-10.

La seconda semifinale non dà troppi problemi a Mengaziol-Ottaviani che fanno valere tutta la loro abilità sulla sabbia aggiudicandosi il match contro Salvador-Del Romano per 2-0.

La finale 3/4 posto femminile vede Salvador-Del Romano, coppia allenata da Enrico Febo, conquistare un meritato bronzo. Il primo parziale è equilibrato ma la coppia Salvador-Del Romano riesce ad imporsi 21-15.

Il secondo set parte nuovamente a favore di Salvador-Del Romano che fanno valere tutta la loro esperienza e chiudono la partita sul 2-0, nonostante una buona prestazione della coppia jesolana che paga però le tante imprecisioni.

Nella finalina maschile Viscovich-Palmisano appaiono affaticati della semifinale della mattina, ciò nonostante lottano punto a punto con i veterani Mengo-Mengo che riescono a spuntarla 21-19. I fratelli Mengo nel secondo parziale deliziano il pubblico con un gioco molto veloce e preciso che non permettere agli avversari di rientrare in partita. Il parziale finisce con un netto 21-8 che assegna a Mengo-Mengo la medaglia di bronzo.

La finale femminile vede Ottaviani-Mengaziol mettere subito pressione al servizio e portarsi in vantaggio 14-6 sulla coppia Rotoli-Boldini. Arriva puntuale la reazione delle atlete milanesi riportando il punteggio in equilibrio sul 18-15 per Ottaviani-Mengaziol. I tanti errori di Rotoli-Boldini nel finale di set permettono a Mengaziol-Ottaviani di aggiudicarsi il parziale per 21-18.

Il secondo set si gioca in perfetta parità fino al 6-5 quando Mengaziol-Ottaviani riescono ad allungare e si portano sul 11-5. Le atlete milanesi non riescono a ritrovare il loro ritmo gara e si va al time out tecnico sul 13-8. Boldini cerca di far valere tutti i suoi centimetri a muro ma con astuzia Ottaviani-Mengaziol trovano la chiave per chiudere il set (21-12) e aggiudicarsi l’oro nella tappa jesolana del Campionato Italiano U21 femminile.

 

Come da pronostico è una finale combattutissima quella del campo centrale della Beach Arena di Jesolo. Dopo un avvio di gara in grande equilibrio, sono Fabbri-Podestà che si aggiudicano il primo mini break ma Marchetto si mette subito in risalto a muro e Di Silvestre completa il lavoro alla perfezione con una difesa spettacolare riportando la situazione in parità (10-10). Il livello di gioco è altissimo e si compete punto a punto fino a fine set. Gli atleti del Club Italia riescono a creare numerose occasioni per chiudere il primo parziale ma Fabbri-Podestà tengono il cambio palla e si riportano sul 24-24. Dopo una bellissima battaglia è l’invasione di Podestà a chiudere il parziale sul 26-24 per Marchetto-Di Silvestre.

Il primo cambio campo del secondo set vede Fabbri e compagno in vantaggio 4-3, con Marchetto e Di Silvestre che pur commettendo qualche errore di troppo riescono a stare attaccati agli avversari.

E’ nuovamente l’equilibrio a caratterizzare la seconda frazione di gioco, fino al time out tecnico quando Fabbri-Podestà rientrano in campo e riescono ad allungare fino a conquistare il set point (20-16) che chiudono al secondo tentativo (21-17), stabilendo che sarà il tie break ad aggiudicare il titolo della tappa jesolana del Campionato Italiano U21 Maschile.

Il terzo set si apre con Fabbri-Podestà che si portano sul 4-0, con Di Silvestre che non riesce a gestire il suo disappunto prendendosi un’ammonizione.

L’esperienza della coppia del Club Italia riesce a ricucire lo svantaggio portandosi sul 5-5.

Marchetti-Di Silvestre riescono a portarsi avanti 11-10 ma arriva subito la risposta di Fabbri-Podestà che allungano sugli avversari e conquistano il 14esimo punto. La coppia azzurra annulla due set point e si porta sul 14-13 ed è Fabbri che con un mani out da manuale chiude il match.