Finali Nazionali 2018: lo scudetto Under 21 va a They/Scampoli e Marchetto/Di Silvestre!

Caorle raddoppia e si colora nuovamente di bianco, rosso e verde: questa volta sono stati They Chiara e Scampoli Claudia nel femminile e Marchetto Tobia e Di Silvestre Alberto a guadagnarsi il preziosissimo scudetto, dopo due giorni di sudore, fatica, divertimento ed emozioni. Il litorale caorlotto ha accolto numerosi appassionati, ma anche moltissimi turisti attirati dai colpi e dal carisma degli atleti, che hanno riempito letteralmente le tribune centrali, facendo sentire tutto il loro calore ai giovanissimi atleti.

Il tutto è ripartito, dopo le qualifiche di ieri, questa mattina alle ore 9, con le semifinali perdenti maschili. Da una parte, si sono scontrati Riccardo Mian/Gianluca Loglisci e Edgardo Ceccoli/Paolo Di Silvestre, dall’altra Manuel Alfieri/Mauro Sacripanti e Samuele Cottafava/Marco Maletti. Hanno trionfato Mian/Loglisci, al termine di un intensissimo tie-break in cui i ragazzi hanno dato anima e cuore per guadagnarsi l’accesso alla semifinale, e Alfieri/Sacripanti, che si sono imposti per 2-0 su Maletti/Cottafava. Nel femminile invece, sono approdate in semifinale Ilaria Ottaviani e Sara Gabrielli, che hanno avuto la meglio su Sandra Zech e Micol Mascetti, e Chiara They e Claudia Scampoli, che hanno vinto contro Giulia Alessandri e Sharin Rottoli.

Le semifinali, sono state un’autentica battaglia. Tra i ragazzi, solo big match: si sono scontrati Alfieri/Sacripanti, contro Di Silvestre/ Marchetto, già in semifinale dopo aver vinto tutte le partite della giornata di ieri, e Mian/Loglisci contro Windisch/Cappio, che giungevano dal tabellone vincenti. Il risultato è stato un doppio 2-0: i beachers che si sono accaparrati la possibilità di cucirsi sul petto lo scudetto sono stati Marchetto/Di Silvestre e Cappio/Windisch, entrambe coppie del Club Italia maschile. Grande successo quindi per il Club Italia, che ha portato anche le due squadre femminili alla finalissima. They/Scampoli e Varrassi/Piccoli hanno infatti sconfitto rispettivamente Ujka/Olivero e Ottaviani/Gabrielli, senza concedere neanche un set alle avversarie.

Tra un’azione e un’altra, abbiamo avuto l’onore di intervistare il mitico Fabrizio Di Paolo, in arte “Bitto”, grande amico della JBA Beach Volley Arena, nonché spumeggiante speaker di questa fantastica manifestazione: “Non è la mia prima volta a Caorle, ma per me è un’emozione essere coinvolto in questo evento, voglio ringraziare gli organizzatori per la fiducia perché è tutto strepitoso.”

Le finali per il bronzo sono state un grande spettacolo: gli atleti, determinati a portarsi a casa una preziosissima medaglia per riscattarsi prontamente dopo la sconfitta della semifinale, hanno messo in campo le loro migliori qualità, per un altissimo livello di gioco. Infinita lotta punto su punto tra Mian/Loglisci e Alfieri/Sacripanti, tutti atleti del Team 4Vele di Pescara: il primo set, dopo una serie di scambi infuocati, termina 33-31 a favore di Alfieri/Sacripanti, che hanno poi saputo mantenere l’elevato ritmo di gioco anche sin dall’inizio del set successivo, iniziato con un vantaggio di ben dieci punti, rivelatosi poi decisivi con  Mian/Loglisci che, chiamato tempo medico, sono stati costretti a dare forfait per problemi fisici. Onore comunque a entrambe le squadre, e complimenti soprattutto ad Alfieri/Sacrpanti, che dopo la vittoria dell’anno scorso, quest’anno si sono confermati al vertice vincendo un’ottima medaglia di bronzo.
Il gradino più basso del podio femminile invece, se lo sono guadagnate Ilaria Ottaviani e Sara Gabrielli, atlete del Open Beach Team di Milano, che hanno avuto la meglio su Ujka/Olivero, dimostrando la loro superiorità dall’inizio della partita.

Fischio d’inizio ore 16.30 per la finalissima femminile: in campo sono scese Chiara They/Claudia Scampoli e Dalila Varrassi/Anna Piccoli, per un partita giocata tutta in casa tra coppie del Club Italia. E’ stato un match a senso unico, che ha visto prevalere They/Scampoli: gli attacchi feroci di They e i muri di Scampoli, hanno permesso alle due giovani beachers di guadagnarsi lo scudetto Under 21 2018. Determinante soprattutto il fondamentale della battuta, che le vincitrici hanno saputo sfruttare in molti momenti della partita, creando dei break decisivi. Emozionatissima Chiara They al termine della partita, che ha espresso tutta la sua soddisfazione per il risultato raggiunto con la compagna e amica Claudia Scampoli, impegnata prossimamente con le Olimpiadi Giovanili.

Alle 17.30 invece è iniziata la finale per l’oro della categoria maschile: ancora una volta in campo due squadre del Club Italia, Tobia Marchetto/Alberto Di Silvestre e Paolo Cappio/Jacob Windisch. Il primo set, dopo una situazione di equilibrio iniziale, è andato poi a Marchetto/Di Silvestre, che hanno incrementato il loro ritmo di gioco senza lasciare tanto spazio agli avversari, chiudendo il set 21-16. Accellerata iniziale di Cappio/Windisch nel secondo parziale, che hanno tenuto il vantaggio senza però staccarsi completamente dagli avversari, che hanno continuato a combattere per ogni punto. Il set è terminato però 21-19 e ha portato la partita per lo scudetto al tie-brek. Dopo un susseguirsi di difese spettacolari, esultanze liberatorie e attacchi punto sudati e voluti, l’ultimo pallone è caduto a terra, è ha regalato un’enorme emozione a Marchetto/Di Silvestre: il tricolore.

Mvp di queste finali nazionali, sono stati eletti meritatamente Chiara They e Tobia Marchetto.

Se pensate di aver visto tutto vi sbagliate, mancano ancora tre giorni di grande spettacolo: i professionisti che si giocheranno la Coppa Italia vi aspettano, da domani alla JBA Caorle per dimostrarvi tutte le loro qualità!