Tappa Regionale Under 16 femminie, Under 19 maschile e femminile. Record di presenze del campionato regionale!

Moltissime squadre si sono recate oggi alla JBA Beach Volley Arena, in occasione della tappa del campionato regionale Under 16 femminile, Under 19 maschile e femminile, impreziosita dalla presenza di coppie provenienti dal Trentino Alto Adige, Emilia Romagna, Marche, Friuli e Lombardia. Dati che fanno sicuramente onore al movimento del beach volley Veneto e alla JBA Beach Volley Arena, che ha ospitato la tappa regionale più numerosa della stagione.

In under 19 femminile, il primo eposto se lo sono conteso Noemi Porporati e Vittoria Vianello e Alessia Lisi e Ludovica Franzoso. La finalissima ha visto trionfare Lisi/Franzoso al termine di una combattutissima partita: se nel primo set hanno prevalso la costanza e l’efficacia delle vincitrici, nel secondo set Vianello/Porporati sono riuscite ad avere la meglio grazie all’ottima tecnica. Poi, nel tie-break, le beachers hanno dato vita ad un equilibratissimo set, ma alla fine ha prevalso la determinazione di Lisi/Franzoso, essenziale durante gli scambi più bollenti del match.Terzo gradino del podio conquistato da Eleonora Chiappetta e Isabella Monaco, che dopo essere uscite in semifinale contro Porporati/Vianello, si sono prese la loro rivincita portandosi a casa una buona medaglia di bronzo.

Tra le giovanissime dell’Under 16 hanno guadagnato la medaglia d’oro Federica Varagnolo ed Elena Boscolo , che hanno prevalso per 2-1 su Eisabetta Chiappetta ed Alessia Pasa, al termine di un’avvincente gara che ha confermato che anche tra le più piccole il livello tecnico e tattico sta crescendo. Altro successo quindi per Varagnolo/Boscolo, che già questa mattina si erano presentate come prime del ranking, grazie alle eccellenti prestazioni dei tornei precedenti. Medaglia di bronzo per Giulia Dainese e Sofia Cavalera, che hanno avuto la meglio su Giorgia Sambugaro e Giorgia Nordio.

Nell’Under 19 maschile invece, sono saliti sul gradino più alto del podio Mattia Bottolo e Tommaso Rizzi, che si sono imposti nella finalissima su Viscovich/Palmisano con il risultato di 2-0. Il match valido per la medaglia del metallo più prezioso ha visto i beachers combattere all’insegna di colpi di potenza e di fino, e non è mancata la raffinata tecnica in tutte le fasi di gioco. Terzo posto conquistato da Simone Cherin e Riccardo Pravato, che hanno avuto la meglio su Brun/Tarocco.